Alessandro Gino e Rachele al via del 1° Rally Castiglione T.se a sostegno della Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica

Il driver piemontese, partner di RS Team, dividerà l’abitacolo con Rachele Somaschini nell’insolito ruolo di navigatrice. 

Cusano Milanino (MI), 21/11/2017 – Un grande gesto di un partner che ha accompagnato Rachele Somaschini e RS Team durante tutto il corso della stagione 2017. Alessandro Gino, imprenditore piemontese, e pilota di grande esperienza ha voluto incorniciare la sua stagione con un gesto che va oltre la partnership che lo lega ad RS Team e alla pilota milanese. In occasione del 1° rally di Castiglione Torinese, nel quale è inserita l’ottava edizione del Trofeo delle Merende, il driver, titolare di Gino Auto prenderà in mano il volante che per tutta la stagione è stato di Rachele Somaschini e farà sedere la pilota 23enne testimonial della Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica – Onlus al suo fianco, nell’insolito ruolo di navigatrice sulla MINI Cooper S JCW.

Come ha voluto sottolineare, però, lo stesso Alessandro Gino non è da escludere che, su alcune prove speciali il volante possa ritornare nelle mani di Rachele Somaschini, ribadendo il concetto di un rally intrapreso con spirito di competizione, ma soprattutto per divertirsi supportando un progetto di beneficienza. In questa occasione, infatti, il pilota piemontese, vincitore della Coppa Italia Rally 1° Zona, devolverà il montepremi conquistato grazie al titolo assoluto, alla Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica – Onlus, andando a sostenere l’iniziativa di Rachele Somaschini #CorrerePerUnRespiro.

Rachele Somaschini: “Prima di tutto voglio dire grazie ad Alessandro Gino. Non è facile trovare partner nel mondo delle competizioni ed è ancora più difficile trovare persone come Alessandro che, oltre ad aver sostenuto RS Team nel corso di questa stagione ed essersi sempre reso disponibile a qualsiasi iniziativa proponessi a sostegno della Ricerca sulla fibrosi cistica, ha voluto ancora una volta stupirmi coinvolgendomi in questa avventura che si concluderà con  un gesto di grandissimo valore umano da parte sua. Anche se nel ruolo di navigatrice non ho grande esperienza, non potevo dire di no ad Alessandro e sono veramente contenta di poter dividere con lui l’abitacolo. Peraltro sono convinta che, vista la sua grande esperienza nel mondo dei rally, potrò trarre grande vantaggio da questa esperienza imparando da lui come pilota. Grazie ad Alessandro questa sarà un’altra preziosa occasione per far conoscere l’iniziativa #CorrerePerUnRespiro che, quest’anno, ha superato ogni aspettativa raccogliendo fondi per sostenere la Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica – Onlus”.

 

By |21 novembre 2017|Rally|